… è a metà dell’opera

La giornata di ieri, dai risvolti tragicomici, ha evidenziato molti punti su cui riflettere.

Partirei dalle esplosioni di Dortmund. La matrice dell’attentato è ancora tutta da stabilire. Non esiste un movente, non esiste un colpevole.

Una sola certezza è la demenza di esseri inutili e vigliacchi che non trovano catalogazione in nessun archivio di malati di mente.

Forse non bisognerebbe nemmeno parlarne.

Passiamo al calcio giocato. Al primo quarto di finale di Champions League Juve Barcellona.

Un Barcellona snervante e una Juventus superba e spietata.

A giudicare dalla partita di ieri, accostare il gioco del Napoli a quello dei blaugrana è un po’ troppo azzardato: gli uomini di Sarri giocano molto meglio!

Le azioni del Barcellona erano lente e prevedibili, salvo fatto per un paio di invenzioni della pulce che hanno messo in mostra le qualità del numberone Buffon.

Chiellini mette la museruola al Pistolero Hannibal Lecter Suarez, Dani ex Alves si vendica nel migliore dei modi fresando tutto ciò che gli si presentava davanti, Mandzukic fa arrossire Mascherano, Dybala è la bella copia di Messi che davanti al suo connazionale quasi si imbarazza, Bonucci poteva fare qualunque cosa ieri e gli usciva perfetta.

Dall’incontro Juve Barcellona insomma, gli spagnoli escono decisamente ridimensionati dalla sfida d’andata.

Certo, il ritorno tra una settimana sarà tutta un’altra musica ma sicuramente dalla Juventus, da questa Juventus, non ci si aspetta di certo una partita alla PSG.

Ne vedremo delle belle

740 visualizzazioni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.